QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI "COOKIE": VUOI SAPERNE DI PIU'?  

Promessa mantenuta


09-10-2014
 Abbiamo aperto il nuovo impianto
Promessa mantenuta Ci siamo riusciti e siamo fieri di questo: abbiamo aperto la piscina il 29 di settembre e di seguito l'inaugurazione ufficiale con le autorità ed i cittadini sabato 4 ottobre. Adesso tutti e due gli impianti sono aperti e trovate sul nostro sito tutte le spiegazioni su orari e quant'altro. Mi devo scusare se dopo aver tenuto questa pagina scritta da febbraio in poi non ho scritto in queste ultime settimane, ma non ho trovato assolutamente il tempo per farlo: erano più importanti i fatti. Solo due cose: un ringraziamento a tutti i nostri partner che ci hanno accompagnato in questa impresa (dal Comune, alle aziende che hanno lavorato con noi, ai progettisti architetto Bucci in testa e a tutti i nostri soci e dipendenti che hanno operato un vero e proprio forcing nelle ultime settimane. Nel dicembre 2013 avevamo ipotizzato insieme a Bucci di dover aprire questo impianto il 29 settembre 2014. Dicemmo che ci si poteva provare, l'ipotesi è diventata realtà, abbiamo centrato l'obiettivo in pieno ed abbiamo (Comune compreso) speso anche centomila euro in meno. In questo Paese questo è un fatto ed un bel successo; una dimostrazione che si possono rendere normali lavori pubblici, basta che ci sia della gente normale dotata di professionalità, di voglia di lavorare e che nessuno ci rubi sopra.
Con i soldi risparmiati nell'appalto piscina (che comprende due spogliatoi per il calcio e l'illuminazione nuova nell'antistadio), noi abbiamo reinvestito tutto (dandogli l'aggiunta) nell'impianto principale: in particolare negli spogliatoi, in materiale tecnico nelle sale filtri ed in materiali e lavori per la sicurezza.
insieme al Comune abbiamo sostituito gli infissi (non più a norma) a piano terra del PalaBubani prospicenti al parco della piscina, inoltre sempre il Comune at sistemando i bagni per il pubblico del Bruno Neri, gli accesi al Parco Bucci oltre alla prossima sistemazione del campetto da basket esterno adiacente al PalaBubani. Tante cose oltre alla piscina nuova, sempre con gli stessi soldi e questo è un altro fatto.
Non è ancora terminato tutto, in particolare si stanno completando i lavori riguardanti i cogeneratori (bando diverso da quello della piscina e finanziato al 50% dalla Regione) che dovrebbero entrare in funzione entro fine novembre, ma su questo ci ritornerò più specificatamente.  
Detto ciò per noi è già partita questa nuova fase, fatta del nostro lavoro più caratteristico, gestire impianti sportivi. Qualche piccolo problema dei primi giorni lo abbiamo risolto e abbiamo visto che i cittadini hanno risposto bene. Abbiamo avuto molto commenti positivi sugli impianti, soprattutto dal pubblico, anche qualche critica che magari affronterò prossimamente.
Inoltre alcuni soci mi hanno segnalato le solite contumelie su facebook dei soliti noti per i soliti ragionamenti politici di parte che personalmente non mi interessano. Qualcuno si è imbufalito, ma per quanto mi riguarda la polemica innestata da un consigliere comunale sui prezzi degli abbonamenti mi fa sorridere. Gli abbonamenti convenzionati, cioè da convenzione esistente con l'Amministrazione: 10 e 12 ingressi fascia oraria sono rimasti esattamente uguali a prima, il biglietto è uguale a prima, abbiamo creato un ulteriore abbonamento 30 ingressi percenualmente meno costoso del 10. Gli abbonamneti stagionali ed annuali sono aumentati, ma questi sono abbonamenti non in convenzione con il Comune che potremo anche eliminare se danno fastidio, cosa che non credo. Inoltre se qualcuno invece di scrivere cose parziali e quindi errate si prendesse la briga di verificare quanto costano questi abbonamenti (stagionali ed annuali) nelle altre piscine romagnole dove sono presenti (in molte non ci sono) vedrebbe che i nostri prezzi sono i più bassi di tutti, a fronte di impianti di livello qualitativo in alcuni casi più scarsi. Inoltre lo spazio acqua per il pubblico nel periodo invernale a Faenza è passato da circa 450 corsie/ora a settimana a circa 720 corsie/ora a settimana raddoppiando lo spazio in pausa pranzo, il sabato e la domenica mattina per il pubblico. Non abbiamo più la mezza giornata di chiusura, abbiamo aperto orari nuovi come il martedì, mercoledì e venerdì pomeriggio oltre al giovedì sera che a Faenza da almeno 30 anni non era mai stato aperto al pubblico. In parole povere mi pare chiaro tutto, soprattutto se paragoniamo gli impianti romagnoli (scusate se insisto su ciò ma il confronto geografico mi pare il più calzante e poi io sono un romagnolo purosangue), se per qualcuno non lo è è un problema suo, noi facciamo fatti altri parole. Alla prossima!

Indietro Stampa